Contratto - 4♥ - Attacco A♠


Impasse di taglio, grazie!

Questa mano è del torneo di Martedì. Ultimo turno. Un torneo partito male e finito…

 

Nessun sito o rivista che sfiori lontanamente il bridge avrebbe avuto il motivo e il coraggio di riportare questa smazzata.

 

Forse youporn… perché- vi assicuro- quello che vi sto raccontare supera ogni fantasia o perversione che con 13 carte in mano possiate concepire. Tutti in prima. Io seduto in Nord, la licita va:

Seduto in Nord e vedendo questa enormità di cartellini messi, comincio ad avere il sospetto che si sia perso lo Slam… ha fatto 2 CB, quella che mancava l’ho fatta io e ci siamo fermati? Come mai? Vabbeh… meglio non indagare e vedere che succede.

 

L’ottimo La Malfa attacca Asso di picche, io scopro con orgoglio le mie carte e questa è la situazione che si presenta davanti all’accortissimo Cicciuzzo. 

L’attacco non sembra dei più aggressivi. L’accortissimo Cicciuzzo ringrazia (più La Malfa per l’attacco che me per il contratto) e taglia di piccola. Est risponde e il giocante scarta il 2.

 

Passa qualche secondo di aggrottamento di ciglia e ripetuti scambi di sguardi tra l’accortissimo Cicciuzzo e le 24 carte in suo possesso. Qualche frase amichevole con gli avversari e poi decide di cominciare a battere le atout.

 

Piccola verso l’asso di mano. Tutti rispondono. Questo per poter muovere piccola quadri verso il marriage del morto. La mossa però si rivela presto tanto astuta quanto inefficace.  Il cogitabondo Martini infatti preleva la Q di quadri con il suo asso.

 

Brutta notizia, l’accortissimo Cicciuzzo deve cominciare a pensare a un piano B.

 

Essendo in quella particolare serata molto a corto di idee, il cogitabondo Martini offre su un piatto d’argento la strada alternativa. Dopo aver scrutato con languida circospezione il morto, forse per sudditanza psicologica nei confronti del compagno, il cogitabondo Martini intavola la carta che non ti aspetti: Q♠.

 

All’accortissimo Cicciuzzo la cosa non sfugge. Con un po’ di fatica, in poco meno di due minuti, ricostruisce mentalmente tutte le carte giocate fino a quel momento (si lo so, erano passate appena un paio di giri… però chi ha giocato con l’accortissimo Cicciuzzo comprende benissimo di cosa parlo) e decide che la mossa migliore è coprire col re e scartare dal morto una fiori. A quel punto, spinto dal più naturale e comprensibile spirito di ingordigia, gioca anche il fante su cui scarta la seconda fiori.

 

Lunga pausa di riflessione. Lunghissima pausa di riflessione. Scuotimenti di testa e finalmente la scelta. Quella giusta. Meditata. Pensata a lungo.

 

Piccola cuori per il Re. Sembra quasi vedesse le carte. Come per magia cade la Q di cuori del cogitabondo (e ora anche un po’ triste) Martini. Ha rinunciato all’impasse (cosa che, quando c’è la Q secca fuori impasse, molti manuali consigliano).

 

A questo punto Q di quadri e via una fiori di mano (gli avversari rispondono entrambi). Quadri per il taglio di 8 su cui Est mette l’ultima quadri e l’ottimo La Malfa, non riuscendo a surtagliare, scarta. All’accortissimo Cicciuzzo non resta che giocare l’ultima cuori di mano per andare ad un morto franco. Risultato 4 cuori+2! Top assoluto.

 

Il principiante potrebbe pensare che la giocata di piccola cuori al K sia stata solo una botta incredibile di… fortuna. Invece è la giocata giusta da fare in quanto anche con la Q di cuori in Ovest (e una onesta distribuzione 3-2 delle stesse) permette di portare a casa il contratto. Supponiamo infatti che la Q, a favore di impasse in Ovest, non cada.

 

L’accortissimo Cicciuzzo a questo punto avrebbe giocato piccola quadri per il taglio di mano. Se Ovest surtaglia la mano è finita in quanto il morto (raggiungibile con il J di cuori) è franco. Allora Ovest decide di non surtagliare e scarta una fiori. Cicciuzzo avrebbe quindi tagliato col J del morto una piccola fiori. A questo punto gioca quadri e non perde altro che la Q di cuori e l’asso di fiori. Risultato 4 cuori fatte.

 

Stessa linea di gioco nel caso la Q terza sia in Est. Insomma, la giocata in sicurezza dell’accortissimo Cicciuzzo è stata indice di un completo controllo della situazione al tavolo e sapiente lungimiranza. 

La verità

Le cose in realtà non sono andate proprio così.

 

Si c’è stato l’attacco di K di picche dell’ottimo La Malfa e il ritorno scellerato di Q di picche del cogitabondo Martini. Quella non è finzione… è andato tutto come raccontato fino alla lunga pausa di riflessione.

 

Lunghissima pausa di riflessione. Scuotimenti di testa e finalmente la scelta. Quella che ti coglie impreparato. Quella che spiazza. Il compagno.

 

6 di picche di mano! Su cui Ovest risponde e l’accortissimo Cicciuzzo tutto tronfio esclama: IMPASSE DI TAGLIO: METTIMI IL FANTE DI CUORI! Panico… del compagno!

 

A Est non pare vero e si appresta a surtagliare di Q di cuori e tornare fante di quadri su cui il giocante scarta una fiori, Ovest risponde e il K di quadri del morto si aggiudica la presa.

 

A questo punto il povero e accortissimo Cicciuzzo ha pagato ancora una cuori e l’asso di fiori. Risultato un down. Mano in linea con la serata. 

 

Ecco la smazzata completa:

L'attenuante

Quello che è successo al tavolo l’avete visto.

 

Diversi testimoni, purtroppo, vi potranno confermare che le cose sono andate proprio così.

 

Tralasciando la mossa dell’impasse di taglio (che, tecnicamente parlando, non è un impasse di taglio ma più volgarmente un taglio) e i vari regali nel controgioco, questo contratto si può portare in porto? Quale potrebbe essere l’attacco più insidioso?

 

Supponiamo attacco 7 di quadri. Il giocante mette il K preso dell’asso di Est. A questo punto Est si fa Asso di fiori e fiori preso dal giocante con il K.

 

Sud si taglia una piccola picche e gioca Q di quadri e quadri tagliata di 8. Ancora una volta 11 prese sono in porto.

 

Se sul taglio di mano della quadri ancora può battere A K di atout sperando che il taglio sia stato fatto dalla mano con in partenza tre atout.

 

O alle peggio va bene che il giocante tenti l’impasse a cuori e vada sotto…

 

Però ti prego: l’impasse di taglio no! Non me lo fare più.

 

 

Eliogabalo